Maurice lgbtq

Il CIE nel salotto di Torino.

Lascia un commento

Una gabbia, all’interno un manichino di carta e due ragazzi che urlano.
A poca distanza un poliziotto e una donna della Croce Rossa giocano a carte.

Il manichino è Fatih, che nella notte del 23 maggio del 2008 muore nel nuovissimo CIE di Torino..

non è stato soccorso, non è stato aiutato.

La scena è quella di una rappresentazione itinerante che sabato pomeriggio gli/le antirazzisti/e contro la repressione hanno portato per le vie del centro di Torino

diverse tappe, piazza Castello, via Garibaldi, Municipio e Porta Palazzo,
la stessa rappresentazione… e in me sempre lo stesso nodo in gola…
tutto mi sembrava terribilmente vero!!!

Le urla dei ragazzi in gabbia urlano aiuto, il poliziotto e la crocerossina che se ne fregano.
La morte del ragazzo.
Lo spostamento del cadavere (per nascondere il corpo del reato).
la manifestazione davanti alla Villa Balduzzi , C.R.I. e responsabile del CIE di Torino.
Il processo agli/lle antirazziste………..

Maria che al megafono con le sue lucide e semplici parole tesse la tela del racconto, dell’incubo…..
Quelle gabbie devono morire, non le persone al suo interno!!

Maurizio
gabbia

http://anarresinfo.noblogs.org/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...